Home

L’arancina (o arancino). Tipica e squisita specialità siciliana.

Il nostro blog

L’arancina (o arancino). Tipica e squisita specialità siciliana.

8 May 2018

arancina

Cos’è l’Arancina?

L’arancina è considerata dai siciliani il prodotto di rosticceria per eccellenza, più caratteristico della Sicilia. Al ragù, al burro o di tante infinite varietà, l’arancina regala momenti di intenso piacere per il palato.

La caratteristica “palla” o “cono” di riso, impanata e fritta, del diametro di 8–10 cm, farcito generalmente con ragù, piselli e caciocavallo, oppure con dadini di prosciutto cotto e mozzarella, è una vera e propria delizia sfiziosa, cosi ricca da poter essere considerata un pranzo o una cena completa.

Nella parte occidentale della Sicilia, questa specialità è conosciuta come “arancina”, mentre nella parte orientale è chiamata “arancino“. Tante sono, infatti, le discussioni sul nome di questa pietanza a seconda di dove ci si trova in Sicilia.

Le origini dell’arancina (o arancino), essendo un prodotto popolare, sono molto dibattute. Risulta difficile trovare un riferimento storico che possano chiarire con esattezza quali siano le origini vere e proprie. Per via della presenza dello zafferano, si pensa ad una origine alto-medievale da riferirsi alla dominazione musulmana, durante la quale sarebbe stato introdotto nell’isola l’usanza di consumare il riso insieme allo zafferano condito con erbe e carne. L’invenzione della panatura, viene invece fatta risalire alla corte di Federico II di Svevia, quando si cercava un modo per portare con sé la pietanza in viaggi e battute di caccia, perché assicurava un’ottima conservazione del riso e del condimento, Altre leggende indicano, invece, che l’arancina nascesse come dolce, durante le festività in onore di Santa Lucia e solo dopo divenisse una pietanza salata.

Per la preparazione dell’arancina, si fa cuocere il riso al dente in abbondante brodo fino a completo assorbimento. Si fa raffreddare su un piano di marmo per poi formare dei dischi riponendo al centro una porzione di farcitura che poi si richiude. Dopo, si passano in una pastella fluida di acqua e farina e si impanano nel pangrattato, per poi essere fritti.
L’arancina più diffusa in Sicilia è quella al ragù ma la versatilità dell’arancina è stata sfruttata per diverse sperimentazioni.

Se volete gustare la tipica specialità siciliana pronta e gustosa per voi, non vi resta che sedervi al Bar Diana e vivere il vostro momento di relax all’insegna del gusto.

no comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *